<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d1124496945150422163\x26blogName\x3dNella+citt%C3%A0+della+nebbia\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://lavalenellanebbia.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://lavalenellanebbia.blogspot.com/\x26vt\x3d6365986126909476262', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Nella città della nebbia

 

è questione di equilibrio

E' questione che questo è un periodo di alti e bassi. E che spesso il mio dentro è assalito da pensieri un po' tristi, è oppresso da fastidiosa sensazione di inadeguatezza, è sconvolto dal desiderio - di cosa poi? -.
L'entusiasmo c'è, ma non è più quello iniziale che ti fa vedere tutto come lo vuoi vedere tu.
E' entusiasmo che ti spinge a proseguire o che ti traina dietro di sé, ma smorzato il lato illusorio, beh, davanti c'è la realtà. E la realtà è una compagine colorata di cose diverse, che io non ho ben imparato a distinguere. Così capita che io sia un po' giù, a volte.
E questo è uno di quei periodi lì, in cui non so bene cosa voglio, non so bene cosa ho, in cui un attimo rido e il momento dopo sono preda di crisi isteriche e scoppi di pianto a stento trattenuti. Insomma, è uno di quei periodi lì, in cui il caffè esce dalla caffettiera.

Listening to: Safari - Jovanotti

scritto dalla vale*
quando? giovedì 21 febbraio 2008
alle 15:48
Commenti :
 

for this post

 
Blogger chiara Ha scritto:

Cara Vale, hai proprio ragione, è una questione di equilibrio; ma a volte anche i migliori equilibristi se mettono un piede nel modo sbagliato cadono, e noi non siamo equilibristi. Non so se riesco a capirti meglio di chiunque altro, ma sicuramente ci riesco bene perchè anch'io sono continuamente preda di sensazioni diverse: un attimo sono felice e un secondo dopo vengo assalita dalla voglia di piangere e vorrei scappare e nascondermi per non farmi vedere così. Ma come hai detto tu sono periodi. E se è un periodo è normale, se è costante è patologico. Nel tuo caso è normale. So di occupare quasi sempre da protagonista le nostre conversazioni e me ne rammarico perchè so che anche tu avresti bisogno di parlare, ma sai che se hai bisogno, puoi farlo con me. Forse non ti dimostro sempre tutta quella disponibilità che dovrei e che sento nei tuoi confronti, ma come hai detto tu a volte il caffè esce dalla caffettiera (e la nostra di caffè ne contiene in abbondanza!), quindi forse quello è il momento di svuotarla prima che trabocchi tutto il caffè. E se hai bisogno, lo sai, su di me puoi contare, anche perchè finora la mia caffettiera l'hai sempre svuotata tu! Ti voglio bene Vale! Bacione,
Chiara.

 
 
Blogger T-Monk Ha scritto:

Correndo il rischio di andare un po' OT passo solo per farti un salutino e ringraziarti di essere passata nel mio blog! Spero vada tutto bene in mezzo alla tua nebbia pavese...andreA :)

 
 
Anonymous Anonimo Ha scritto:

forza Vale!!
sono solo momenti e vedrai che tutto passa...
concediti del tempo libero, fra chiacchierate con amici, shopping, relax e vedrai che anche questo periodo passerà alla svelta!
un bacione grande grande!!
*Bea*

 
 
Blogger vale* Ha scritto:

Chiara ---> Il tuo commento mi ha quasi commossa..l'ho riletto più volte nelle ultime ore. Non sai quanto piacere mi abbia fatto, anche se ero già consapevole di ogni singola parola, senza che ci fosse bisogno di sentirmelo dire. Ringrazio ogni giorno che le nostre strade si siano incrociate. In questo momento della mia vita non potrei chiedere più di quello che ho e forse è proprio questo a destabilizzarmi. Dici sempre di essere una contraddizione vivente...beh, ti assicuro che al momento mi sento esattamente così: una enorme contraddizione di sentimenti e pensieri. Ci siamo proprio trovate! Anche io ti voglio bene..e..grazie per le tue parole! Arginiamolo insieme questo caffé!

Andrea ---> Sì, va tutto benissimo, qui nella mia [non] nebbia pavese! E grazie per i complimenti! :)

Bea ---> So che sembra assurdo, ma è tutt'altro che un periodo no! Sono io che devo avere qualche problema..che sia semplicemente un pochino lunatica?!? Chi lo sa! Un bacione!

 

Leave a Reply